Parco Campo dei Fiori: 1,5 milioni per ripristino boschi e Tinella

La Regione Lombardia ha stanziato 1,5 milioni di euro per opere di stabilizzazione e messa in sicurezza dei versanti rientranti nel bacino idrografico del torrente Tinella, nell’area del parco regionale Campo dei Fiori a Varese. Una zona che, negli ultimi anni, è stata particolarmente colpita da incendi (autunno 2017 e gennaio 2019) e alluvioni (2017 e 2020).

Rolfi: risorse straordinarie

“Dopo il sopralluogo di novembre – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia, Fabio Rolfi – abbiamo deciso di intervenire con risorse straordinarie per la ripiantumazione delle aree interessate dagli incendi e per ripulire l’asta del torrente. Anche per prevenire il rischio idraulico. Gli eventi atmosferici di questi anni hanno compromesso seriamente il territorio del Parco, con evidenti conseguenze dal punto di vista paesaggistico, ambientale, naturalistico, antropico”. “L’incendio del 2017 in particolare – ha ricordato – ha interessato un’area di 374 ettari compromettendo totalmente una superficie di oltre 50 ettari. Vogliamo rimettere in sicurezza la zona e di valorizzare anche a livello economico la filiera bosco-legno lombarda“.

Il parco del ‘Campo dei Fiori’

Il territorio del Parco ‘Campo dei Fiori’ si estende per un’area di circa 6.300 ettari distribuita su 17 Comuni (Brinzio, Castello Cabiaglio, Cuvio, Orino, Cocquio Trevisago, Gavirate, Comerio, Barasso, Luvinate, Varese, Casciago, Masciago Primo, Bedero Valcuvia, Rancio Valcuvia, Cunardo, Induno Olona, Valganna e Varese). Si è ritenuto necessario intervenire sulle aree interessate dagli incendi, progettando e realizzando opere di stabilizzazione e messa in sicurezza dei versanti rientranti nel bacino idrografico del torrente Tinella mediante ripiantumazione, interventi per la riduzione dei fenomeni di erosione del suolo e degli apporti detritici, con tecniche preferibilmente di ingegneria naturalistica, del trasporto di materiale a valle e del rischio idraulico associato al torrente.

Cattaneo: azione utile per il patrimonio boschivo

“L’intervento previsto da questa delibera – ha affermato l’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo – è di fondamentale importanza per il territorio di Varese, in particolare, a fronte degli eventi meteorologici anomali, come quelli che si sono verificati nell’ottobre 2020″. “Tali eventi – ha sottolineato – hanno rapidamente distrutto parte del patrimonio boschivo del Parco del Campo dei Fiori. Per evitare che si ripetano situazioni come queste, vogliamo poter ridurre i rischi derivanti da tali fenomeni, attrezzando il territorio a resistervi”. “L’affidamento dei lavori a Ersaf – ha spiegato – permetterà infatti di mantenere, curare e valorizzare il nostro Parco nel modo migliore. Riducendo così i rischi derivanti dal dissesto idrogeologico e dai fenomeni meteorologici acuti legati al cambiamento climatico”.

Foroni: ruolo chiave volontari di Protezione civile e operatori

“La messa in sicurezza del territorio – ha aggiunto Pietro Foroni, assessore a Territorio e Protezione civile – rientra tra le priorità della Regione Lombardia. In questo caso i lavori verranno eseguiti seguendo progetti concordati da Ersaf con un gruppo tecnico di esperti e di rappresentanti del Parco Campo dei Fiori e del Comune di Luvinate. Durante l’incendio del 2017 ci fu un impiego straordinario di forze della Protezione civile lombarda. I volontari e gli operatori dimostrano, in ogni situazione, la propria importanza per le esigenze della collettività”.