Come ottenere una tintarella sicura quando si è in dolce attesa

Il sole ha effetti positivi sull’organismo. Tuttavia la tintarella a volte può riservare spiacevoli sorprese. Quando ci si espone al sole è infatti sempre imprescindibile usare delle precauzioni. Bisogna assolutamente esporsi ai raggi solari in totale sicurezza. Questo vale ancora di più per le donne in gravidanza. Gli estrogeni in circolo possono anche originare il fenomeno detto cloasma gravidico. Si manifesta con macchie scure su naso, fronte, zigomi e labbra. Per ottenere una tintarella sicura quando si è in dolce attesa ci sono alcuni comportamenti corretti da adottare.

La protezione solare

La stimolazione delle cellule melanocitarie è alta durante la gravidanza. Infatti anche le donne con la pelle scura devono usare la giusta protezione per esporsi al sole. L’epidermide tende a produrre più melanina. Labbra, fronte, guance e collo necessitano di un fattore di protezione alto. Ciò a prescindere dalla carnagione della futura mamma.

E’ consigliato scegliere un idratante con principi attivi antiossidanti. In questo modo si evita la possibile formazione di rughe. Per le labbra serve un burro cacao con filtro solare. E’ necessario bere tanto e spesso. In questo modo infatti si nutre la pelle anche dall’interno. L’alimentazione deve includere frutti dai colori arancione e rosso. Essi contengono tanto betacarotene che fissa l’abbronzatura. Ma hanno anche un’azione capillaroprotettrice, migliorano l’elasticità delle pareti delle vene. Tante donne soffrono di vene varicose in gravidanza.

Suggerimenti per la tintarella

Il sole si può prendere in dosi sbagliate non solo al mare o in montagna ma anche in città. La pelle si può arrossare ad esempio uscendo nelle ore più calde. E’ quindi necessario acquistare una crema viso idratante che contiene anche un fattore alto di protezione. Così si eviterà la comparsa di macchie.

In gravidanza il caldo è più debilitante. Le gambe si gonfiano, la stanchezza si avverte anche senza avere fatto troppi sforzi. Bisogna quindi uscire negli orari in cui l’afa colpisce meno (sera e mattina). Di grande aiuto sono un cappello a tesa larga e gli occhiali da sole.

Al mare è possibile godetere delle passeggiate di prima mattina o al tramonto con le gambe a mollo nell’acqua tiepida. L’abbronzatura sarà fantastica. Il sole in questi orari è più delicato. Fa bene anche all’umore. L’attività fisica infatti stimola le endorfine, regalando una sensazione di appagamento.

Prodotti per una tintarella sicura

Qualche goccia di profumo va bene ma bisogna ricordare di evitarlo prima di esporsi al sole in gravidanza. Molti profumi contengono alcune sostanze che possono fotosensibilizzare la pelle nella zona in cui li si applica provocando al sole macchie e eritemi in reazione. Lo stesso vale per i trucchi. Meglio pulire la pelle del viso al mattino e lasciarla libera da qualsiasi make up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *