Energy drink vietata in Inghilterra ai minori di 18 anni

Energy drink nel mirino della severa Gran Bretagna. I sudditi di Sua Metà con meno di 18 anni presto potrebbero non bere più bevande energetiche. La decisione dettata dalla paura che possano danneggiare la salute dei più piccoli. A dichiararlo è stato il ministro della Salute pubblica. Steve Brine ha annunciato una consultazione pubblica su questo argomento.

Energy drink: giovani inglesi grandi consumatori

I giovani del Regno Unito sono tra i più grandi consumatori di energy drink in Europa. Le bevande energetiche contengono elevati livelli di zucchero e caffeina. Sono state collegate all’obesità e ad altri problemi di salute come carie, mal di testa, problemi del sonno, dolori di stomaco ed iperattività. Il divieto colpirebbe le bevande contenenti più di 150 mg di caffeina per litro.

Il Governo di Londra intende raccogliere opinioni sul limite di età dal quale il divieto si dovrebbe applicare. Se a partire dai 16 o dai 18 anni. Scozia, Irlanda del Nord e Galles decideranno in modo autonomo se implementare un proprio divieto.

Energy drink: divieti volontari

I divieti sono già in vigore. Infatti tantissimi negozi hanno già introdotto divieti volontari per i minori di 16 anni. Tuttavia le possono acquistare in alcuni rivenditori o dai distributori automatici. Secondo Brine, “abbiamo tutti la responsabilità di proteggere i bambini da prodotti dannosi per la salute. Sappiamo che le bevande con caffeina e zucchero stanno diventando un elemento comune della loro dieta. I nostri bambini consumano già il 50% in più di queste bevande rispetto ai coetanei europei e gli insegnanti hanno segnalato un collegamento preoccupante tra il consumo di energy drink e comportamenti negativi in classe”.