Scienza e tecnologia in Biblioteca a Trento

Scienza e tecnologia in Biblioteca protagoniste martedì prossimo nel primo incontro con Open Wet Lab per confrontarsi su temi di attualità a Trento.

È in programma martedì 13 novembre alle 18 nella Sala Manzoni della Biblioteca comunale di via Roma il primo di un ciclo di incontri mensili. In un contesto informale e aperto al confronto, i giovani dell’associazione OWL-Open Wet Lab proporranno diversi temi che riguardano la scienza e la tecnologia, con uno sguardo attento all’attualità.

Scienza e tecnologia: OGM il cibo del futuro?

L’introduzione di organismi geneticamente modificati nel settore agroalimentare ha acceso un forte dibattito a livello nazionale e internazionale. Al centro le tematiche della protezione dell’ambiente e della salute e alle implicazioni economiche e sociali. Ciònonostante c’è ampio consenso in ambito accademico e scientifico nel ritenere che i cibi OGM non presentino rischi maggiori dei normali cibi.

E’ il tema del primo incontro in cui saranno analizzate le modalità di produzione e aspetti pro e contro del vasto mondo degli OGM. Verrà chiarezza su potenzialità e limiti di un eventuale cibo del futuro.

L’associazione OWL-Open Wet Lab

E’ nata nel 2013 dall’iniziativa di alcuni studenti dell’allora Facoltà di Biotecnologie di Trento. Lo scopo è divulgare e promuovere l’accesso alle biotecnologie, seguendo il modello di La Paillasse. E’ un “laboratorio di ricerca interdisciplinare nato nella banlieu parigina, che offre ai cittadini, senza discriminazioni di età, provenienza o titolo di studio, le premesse tecniche, giuridiche ed etiche necessarie alla creazione di progetti collaborativi e open-source”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.