Carne di maiale: quali sono i benefici

Sono numerose e benefiche le proprietà e i valori nutrizionali della carne di maiale. Alcuni nutrizionisti la fanno rientrare tra le carni rosse. Altri, invece, sostengono che faccia parte delle carni bianche. Infatti, dopo la macellazione, ha un colore più chiaro rispetto alla carne di manzo, cavallo o pecora. Quindi la carne di maiale rientrerebbe nel gruppo delle carni bianche insieme a pollo, tacchino, coniglio, agnello, capretto e vitello.

La carne di maiale deve essere sempre cotta per evitare il rischio di parassitosi (Trichinella spiralis e Toxoplasma gondii). Ma anche per le contaminazioni batteriche (Salmonella e Yersinia enterocolitica).

La carne fresca non è poi così diversa da quella di bovino. Ha un ottimo livello di proteine di alto valore biologico. Invece per la quota di grassi dipende dal tipo di maiale e dal taglio. La bistecca di maiale magra non contiene più grassi della omonima carne di manzo.

La carne di maiale contiene colesterolo e acidi grassi, soprattutto di tipo saturo. Inoltre contiene vitamine idrosolubili: tiamina o vitamina B1; riboflavina o vitamina B2; niacina o vitamina B3. E sali minerali: ferro; potassio; fosforo.

Carne di maiale: quali sono i valori nutrizionali

Variano in base al tipo di suino prescelto. Infatti quelli pesanti avranno più grassi e calorie di quelli leggeri. Ma anche ai tagli di carne.