Alexander Kobrin in concerto domani a Pistoia

Domenica 19 maggio a Pistoia il concerto con il pianista Alexander Kobrin. Prosegue la Stagione di Musica da Camera di Fondazione Pistoiese Promusica. La kermesse, giunta alla sua 58° edizione, è promossa e sostenuta da Fondazione Caript. E’ realizzata con la collaborazione organizzativa dell’Associazione Amici della Musica di Pistoia sotto la Direzione Artistica del M° Massimo Caselli.

Nell’appuntamento di domenica 19 maggio alle 21, al Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi a Pistoia tornerà ospite il pianista russo, vincitore del Premio Busoni nel 1999 e del prestigioso Van Cliburn Internation Piano Competition, Alexander Kobrin. Il programma proposto necessita di straordinarie qualità musicali e virtuosistiche. Si apre con Arabesque op. 18 di Robert Schumann, breve e splendida perla musicale in forma di rondò, che, sebbene definita dal compositore un’opera “debole e per signore”, esprime la geniale ispirazione visionaria del musicista, esplicata nella poetica del frammento. Prosegue con la monumentale Sonata n. 3, op. 5 di Johannes Brahms, composta nel 1853, quando il compositore era appena ventenne. La Sonata, in cinque movimenti, denota le capacità precocemente mature del giovane Brahms: l’inventiva tematica, la capacità di dominare le forme, il contrasto tra gesto eroico e profonda malinconia, esposti in una forma piena e personale, rendono la Sonata un capolavoro del genere, ben oltre ciò che è lecito aspettarsi da un esordiente. Conclude il programma la Sonata in sol maggiore, op. 78 “Fantasia”, D. 894 di Franz Schubert del 1826, che Schumann stesso definì “la sua opera più perfetta di forma e di spirito”. La monumentale composizione, in quattro tempi, è inconfondibile per il peculiare colore morbido e profondo, conferito da una timbrica non ancora usuale per l’epoca e legata alle possibilità dei nuovi pianoforti.

Nato a Mosca nel 1980, Alexander Kobrin ha iniziato lo studio del pianoforte con Tatiana Zelikman alla Gnessin Special Music School a cinque anni. Nel 2003 si è diplomato al Conservatorio di Mosca, dove ha studiato con il celebre Prof. Naumov. Nel 1999 ha vinto il premio Busoni di Bolzano, ricevendo il premio speciale in memoria di Arturo Benedetti Michelangeli. Subito dopo ha vinto il secondo premio della Hamamtsu Competition del 2003 (primo premio non assegnato) che lo ha portato a esibirsi intensamente in Europa, Asia e Sudamerica.

Nel giugno 2005, Alexander Kobrin ha vinto la prestigiosa medaglia d’oro “Nancy Lee and Perry R. Bass” al dodicesimo Van Cliburn International Piano Competition. Subito dopo la vittoria, Kobrin ha intrapreso il primo tour negli Stati Uniti, seguito dal debutto a La Roque d’Antheron. Kobrin ha debuttato con la New York Philharmonic Orchestra nella Avery Fisher Hall e nel concerto inaugurale del Bethel Woods Arts Centre. Nella stagione 2006/07 è stato invitato dalla Dallas Symphony Orchestra diretta da Claus Peter Flor e dalla Royal Liverpool Philharmonic Orchestra diretta da Vasily Petrenko.

Alexander Kobrin ha collaborato con direttori quali Mark Elder, Claus Peter Flor, Michael Christie, Alex Lazarev, Vasily Petrenko e James Conlon e con orchestre quali Orchestra Verdi di Milano, Royal Scottish National Orchestra, Orchestre de la Suisse Romande, Moscow Virtuosi, Moscow State Symphony Orchestra, Virtuosi di Salisburgo, Osaka e Tokyo Symphony Orchestra, Rio Philharmonic Orchestra, Phoenix Symphony, Seattle Sinfonietta, English Chamber Orchestra. Oltre al disco della Cliburn Competition per Harmonia Mundi, Kobrin ha registrato due volumi di “Essential Chopin” per etichette internazionali e un recital con musiche di Brahms (Op.79, 116, 119) su etichetta Quartz.