Ambiente domestico confortevole e bollette di gas ed energia più leggere: ecco come fare

Affinché l’ambiente domestico sia dolce e confortevole e le bollette di gas ed energia più leggere, si può adottare qualche accorgimento. Un’abitazione ben isolata termicamente è in grado di abbassare i consumi e aumentare il benessere interno.

Il cappotto termico è molto utile. L’intervento di efficientamento energetico va studiato in base alle caratteristiche architettoniche dell’edificio, al tipo di costruzione e al contesto. In una casa si può scegliere di isolare le pareti più esposte verso l’esterno per contrastare la dispersione di calore. L’intervento può essere realizzato con diversi materiali, dai pannelli sintetici come il polistirene, una speciale resina termoplastica, a rivestimenti della facciata realizzati con materiali ecologici, quali la canapa, una soluzione che unisce l’ecosostenibilità ad alte prestazioni energetiche.

Il calore tende a salire verso l’alto, per cui se trova qualche via di fuga sul tetto la casa farà fatica a scaldarsi. Pertanto il tetto è solito essere uno dei punti deboli dell’isolamento di una casa. Se le coperture non hanno uno strato isolante è possibile comunque inserirlo durante una ristrutturazione o il rifacimento del tetto.

Porte e finestre sono tra i punti della casa da tenere sotto stretta osservazione, perché proprio qui si hanno molte dispersioni di calore e per questo vengono definiti ponti termici, punti in cui si determina un indebolimento della tenuta termica a causa delle giunzioni. Installare degli infissi ad alta efficienza energetica, con profilo e vetri termici, consente di ridurre le perdite.

Si può pensare a sostituire i vetri singoli con vetri doppi, il che consente di avere notevoli benefici. Ma anche la protezione dall’esterno mediante tende invernali. Dove non è possibile trovare altri rimedi, l’unico modo per attenuare l’indesiderato ingresso di aria fredda dall’esterno è mediante i paraspifferi intelligenti o l’applicazione di profili in gomma.

Anche il camino può provocare una significativa dispersione di calore. Infatti può comportare un notevole ingresso d’aria fredda dalla canna fumaria. Un facile quanto valido accorgimento è quello di chiudere sempre la serranda del camino quando questo non viene utilizzato.

Anche la scelta dell’arredo può fare la sua parte. Rivestire le pareti con pannelli in legno può avere, oltre alla funzione decorativa estremamente trendy, anche una buona azione isolante sul piano termico. L’utilizzo di tappeti di grandi dimensioni è un aiuto al contenimento delle dispersioni di calore del pavimento, così come i tendaggi pesanti possono limitare l’ingresso di aria fredda da eventuali spifferi.