Donne stressate dai mariti: non aiutano nei lavori domestici e nella gestione dei figli

Ad incidere sullo stress delle donne sono più i mariti rispetto ai figli. È quanto emerge dalla ricerca del magazine statunitense Today, che ha preso in esame 7 mila mamme americane. Più del 46% delle donne intervistate ha affermato che i mariti sono più stressanti dei propri figli e il 75% di esse afferma che i mariti non aiutano nei lavori domestici e nella gestione dei figli.

Nervosismo, stanchezza, stress. Impattano in modo negativo sul rapporto di coppia dopo la nascita di un bambino. In base allo studio 1 mamma su 2 si sente più stressata dal compagno / marito, piuttosto che dai figli. L’uomo renderebbe più pesanti e stressanti le situazioni quotidiane aumentando la tensione emotiva delle madri. I dati della ricerca parlano anche di mamme molto nervose. Su un massimo di 10 punti di livello di stress, la media delle mamme intervistate è stata di 8,5 punti.

Il 75% delle mamme ha risposto che i compagni non aiutano nella gestione domestica e familiare, lasciando maggiori responsabilità alla donna. Il 25% ha invece identificato il partner come un secondo figlio, da gestire e accudire tanto quanto i veri bambini.

Secondo lo studio i padri si comportano come eterni bambini. Quando nasce una nuova famiglia il compito di educare i figli deve essere equamente suddiviso tra i genitori. Oneri e doveri sono sia della mamma sia del papà. Spesso, lo stress che i mariti procurano alle mamme è dovuto più alle donne che preferiscono fare da sole piuttosto che delegare, innescando situazioni difficili fatte di nervosismo e incomprensioni.