Difese immunitarie: importanza

Le difese immunitarie svolgono un ruolo estremamente importante per l’organismo. Intervengono attaccando i microrganismi negativi quali batteri, parassiti e funghi che risultano spesso causa di infezioni. Il sistema immunitario deve impedire che i microrganismi trovino il modo di riprodursi all’interno dell’organismo.

Quando il sistema immunitario si trova a lottare con obbiettivi sbagliati, può verificarsi l’insorgere di malattie come le allergie. Il sistema di difesa del corpo è molto complesso.

È capace di captare un’enorme quantità di microrganismi patogeni e quindi si prepara a combatterli nel modo più veloce ed efficiente. Le cellule immediatamente si attivano producendo sostanze chimiche. Grazie ai loro meccanismi complessi vanno ad organizzare la crescita e il controllo delle cellule di difesa che si orientano per eliminare i focolai di crisi.

Quando le difese immunitarie sono basse le cellule sono incapaci di difendere l’organismo. Ciò comporta risultati che talvolta possono risultare fatali.

Come rafforzare le difese immunitarie

Essendo un sistema complesso, il sistema immunitario richiede ottimo equilibrio ed armonia a livello psico-fisico. Come primo passaggio è importare adottare uno stile di vita sano.

Pochi accorgimenti sono utili a proteggere l’organismo da moltissime malattie. Il corpo quando è in salute riesce a lavorare al meglio delle sue possibilità. È importante optare per un’alimentazione sana, con tanta frutta e verdure, cereali, e pochi cibi grassi.

Fare attività fisica e riuscire a mantenere un peso ideale, e tenere sotto controllo la pressione. È utile non fumare e non bere alcolici. Inoltre è molto importante dormire le ore giuste in base alla richiesta dell’organismo.

Mangiare i giusti alimenti aiuta le difese dell’organismo

Il cibo è un elemento importante poiché da esso vengono estratti i nutrienti che favoriscono le ottimali condizioni di salute. Gli alimenti con i loro principi nutritivi svolgono un ruolo particolare e insostituibile nel corpo.

Con il loro apporto di proteine utili per i muscoli, i carboidrati con cui forniscono energia, le vitamine e i minerali che forniscono la coordinazione dei processi metabolici, e i grassi anch’essi utili perchè costituiscono un’ulteriore fonte di energia. Le persone denutrite o che non sono propense per un tipo di alimentazione sana risultano più vulnerabili alle malattie.

Quali vitamine sono importanti per la difesa dell’organismo

Una carenza di micronutrienti come lo zinco, il selenio, il ferro, il rame, l’acido folico e le vitamine A, B6, C, E rendono meno efficace la risposta del sistema immunitario. Gli integratori non sono in grado di fornire lo stesso contributo che si ottiene con le molecole introdotte dall’alimentazione. Ciò è possibile per gli effetti sinergici che sussistono tra micronutrienti e fitocomposti che intervengono a livello di assorbimento. L‘acqua è un elemento importante, è essenziale poiché fornisce il substrato dove avviene ogni reazione biochimica.

Sistema immunitario e attività fisica

Un’attività fisica insieme ad una sana alimentazione contribuisce al supporto di un sistema immunitario in condizioni ottimali. Muoversi aiuta la circolazione e le cellule sono incentivate a spostarsi e a svolgere la loro azione all’interno dell’organismo.

Il sistema immunitario e l’invecchiamento

Con l’invecchiamento si riduce la risposta del sistema immunitario. L’organismo in età avanzata risulta maggiormente colpito da infezioni , da malattie infiammatorie e tumori.

Il sistema immunitario è più lento a rispondere agli attacchi verso l’organismo e quindi risulta maggiore il rischio di ammalarsi. Anche i vaccini rispondono in modo meno efficace e hanno una durata minore nelle persone di età più avanzata. L’invecchiamento dell’organismo non aiuta a guarire velocemente poiché le cellule del sistema immunitario sono in percentuale minore. Diminuisce la capacità delle cellule di individuare quelle negative nell’organismo e di combatterle. Tutto ciò va ad aumentare la percentuale di rischio anche nello sviluppo di tumori di varia origine.

Tra gli anziani oltre i 65 anni di età le infezioni delle vie respiratorie, come l‘influenza e la polmonite sono tra le principali cause di morte. In parte responsabili sono i linfociti T che diminuiscono. Inoltre vine prodotta una quantità di cellule minore adatte ad eliminare l’infezione. Gli anziani per motivi diversi mangiano poco e talvolta male, non in modo vario e salutare. Ciò può incentivare la carenza di micronutrienti importanti che sono di aiuto per la salute dell’organismo.