Le verdure di stagione: perchè è così importante consumarle

Le verdure di stagione sono un alimento che non tanto piace ai bambini, abituati invece a cibi da fast food. Ma ogni mamma sa che è molto importante mangiare la verdura. Uno stile di vita sano ed una corretta alimentazione si fondano anche su una percentuale buona di consumo di verdura.

Le verdure di stagione: i benefici

Per ottenere il maggiore beneficio è importante il rispetto della stagionalità dei prodotti. Se non si rispetta la stagionalità, infatti, si acquisiscono minori proprietà nutrizionali. L’ideale è quindi consumare sempre cibi di stagione, freschi e di qualità.

Un’ottima guida su questo argomento si trova su lo spicchio d’aglio. Qui si può vedere quali sono le verdure di stagione per ogni mese dell’anno.

Febbraio: verdura di stagione

Guardando soltanto al mese attuale ecco quali sono i tipi di verdura che meglio caratterizzano l’inverno. Iniziamo dalle carote e dalle patate. Poi non devono mancare le bietole e i cetrioli. E ancora i carciofi, i broccoli, i cavolfiori, i cardi e i cavolini. Tra i frutti di febbraio ci sono anche la cicoria, i cavolini di Bruxelles, i cavoli, la catalogna, i finocchi e le cipolle. Ma anche la lattuga, l’indivia belga e riccia, i porri, il sedano, le rape e il radicchio rosso. Infine i gustosissimi spinaci e il topinambur. Per avere il quadro completo vi suggeriamo di visitare la guida proposta dal portale tematico Lo Spicchio d’aglio, dove oltre alla verdura ideale per ciascuna stagione, si trovano anche tante notizie interessanti.

Le verdure di stagione: la cottura

E’ consigliato quindi consumare solo verdura in base alla stagionalità, ma c’è anche da tenere conto della modalità di cottura migliore. Ogni tipo di verdura va cotta preservando al massimo i valori salutari. E’ molto importante anche la fase preliminare. Bisogna pulire adeguatamente la verdura e conoscere tutti i segreti di cottura.

Se si affettano le verdure con largo anticipo ad esempio si rischia che i cibi perdano parte delle loro preziose sostanze nutritive a causa del contatto con la luce e l’aria. Sarebbe quindi  corretto affettare le verdure all’ultimo momento.

A volte non si asciugano bene le verdure. Si tratta di un errore indotto dalla fretta. Allo stesso tempo è bene prestare attenzione ai tempi di cottura che devono essere alla perfezione. Il miglior modo per consumare la verdura è a crudo, quando possibile, altrimenti cotta a vapore, il metodo che meglio preserva le caratteristiche dell’alimento. Anche la cottura tramite stufatura dà buoni risultati in termine nutrizionale, controllando bene temperatura e tempo.

E’ assolutamente sconsigliato usare prodotti scadenti in caso di frittura. Bisogna evitare oli di scarsa qualità e scegliere preferibilmente olio d’oliva. Usare altri oli per friggere (per una questione di risparmio) è assolutamente un errore. Studi recenti hanno confermato che l’olio d’oliva è il migliore per friggere rispetto ad altri tipi di olio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.