Caduta dei capelli: quali sono i migliori rimedi

Caduta dei capelli da curare quando la perdita aumenta in modo considerevole. Infatti in modo naturale i capelli tendono a cadere soprattutto in primavera e in autunno. Se però il fenomeno diventa costante e diffuso, invece, si assisterà al diradamento dei capelli nelle donne e all’insorgere di una stempiatura negli uomini. A questo punto bisogna trovare i migliori rimedi per arrestare il fenomeno.

Caduta dei capelli: intervenire in tempo

I sintomi di precoce caduta dei capelli spesso vengono sottovalutati. Si tende a sperare che il fenomeno si fermi da solo. Molte persone, invece di trovare una soluzione, accettano di perdere i capelli pur essendoci rimedi validi.

C’è anche la categoria di persone che segue metodi fai da te o rimedi tradizionali. I risultati sono a volte positivi ma non adeguati a salvare i capelli dalla caduta precoce.

Gli elementi naturali

Sono la base di ogni trattamento farmaceutico o medicina. Se assunti in dosi non corrette e senza venire seguiti da un esperto, gli elementi naturali rischiano di essere inadeguati. Una corretta alimentazione aiuta alla salute dei capelli. La cura nell’alimentazione non è però un rimedio anticaduta in quanto non incide sulle anomalie che provocano l’indebolimento della capigliatura.

Usare gli integratori alimentari

Gli integratori funzionano quando sopperiscono ad una dieta carente di sostanze adeguate o a difetti di sintesi metabolica. Solo in questi casi aiutano a rinforzare i capelli, ma raramente sono in grado di arrestare o limitare il diradamento.

I trattamenti alla cheratina

I capelli sono composti soprattutto di cheratina. Diverse persone sono dell’idea che incrementando l’apporto della proteina i capelli crescano forti e in grado di resistere alla caduta. Questi rimedi sono utili in fase di rinforzo e ristrutturazione del capello, ma tali trattamenti non possano essere risolutivi come cura anticaduta. Essi infatti non intervengono sulle cause del problema.

Massaggiare il cuoio capelluto

I massaggi migliorano la circolazione sanguigna della cute dei capelli. Massaggiando il cuoio capelluto si interviene sull’apporto di sostanze nutritive ai bulbi piliferi. Ottimi anche per stimolare le ghiandole sebacee a produrre più sebo limitando il problema della cute secca. I massaggi non servono però per prevenire la perdita dei capelli.

Capelli: maschere e impacchi

Servono per rinforzare i capelli e sono un valido rimedio per affrontare casi di lieve indebolimento. Di fronte a problemi di capelli fragili, fini e sfibrati, è necessario intervenire con trattamenti tricologici mirati.

I farmaci anticaduta

La farmacologia presenta diversi trattamenti anticaduta. I prodotti a base di finasteride rappresentano rimedi farmacologici contro la caduta dei capelli che hanno dimostrato la loro efficacia. Il finasteride è un farmaco di sintesi che era stato realizzato per curare il cancro alla prostata e che si è poi dimostrato utile a contenere la perdita dei capelli.

Proscar, Propecia a base Finasteride e i farmaci a base Minoxidil, sono i prodotti più diffusi e più prescritti dai dermatologi. Sono usati per contrastare gran parte delle forme di alopecia. Proscar e Propecia contengono il principio attivo della finasteride, che in concreto ha la capacità di inibire l’azione dell’enzima 5-alfa-reduttasi, il principale responsabile della caduta dei capelli e della produzione eccessiva di sebo. Tuttavia la finasteride comporta delle controindicazioni ed effetti collaterali da non sottovalutare.