Mandorle, ottime per l’intero organismo

L’albero di mandorle appartiene alla famiglia delle Rosaceae. Si tratta di una pianta capace di raggiungere mediamente un’altezza  intorno ai 5-6 metri, ma talvolta riesce a raggiungere anche i 10. I suoi fiori, nelle zone con clima temperato compaiono generalmente per fine gennaio, hanno un colore bianco nella varietà del mandorlo dolce e sono variamente rosacei in quella amara. Il mandorlo è originario dell’Asia centro-occidentale. Qui la sua coltivazione sembra risalire addirittura al 3000 o 2000 a.C..

mandorle

In tempi più moderni si è diffuso nei paesi a clima temperato in tutto il bacino del Mediterraneo. Era una pianta già molto apprezzata presso gli antichi Egizi. Infatti sembra che Cleopatra fosse una sua fan, e alcuni semi di mandorlo sono stati ritrovati nella tomba di Tutankhamon. La pianta è arrivata a noi grazie ai Fenici che la importarono dalla Grecia. Nel tardo Medio Evo le mandorle venivano frequentemente utilizzate come ricostituente mentre presso le corti dell’epoca si utilizzavano per la preparazione di piatti afrodisiaci. Dal 700 si diffuse sempre più il loro utilizzo, grazie alle loro indiscusse proprietà nutrienti ed energizzanti.

Proprietà benefiche e nutritive delle mandorle

mandorle

Le mandorle si  caratterizzano principalmente per il grande quantitativo di acidi grassi insaturi che contengono. Hanno una bassa percentuale di grassi saturi e totale assenza di colesterolo. Contengono proteine ad alto contenuto di aminoacidi essenziali, per questo motivo sempre più nutrizionisti e vegetariani prediligono integrare nelle diete piccole quantità di mandorle. Contengono anche buone quantità di magnesio, zinco, ferro, rame, calcio, potassio e sodio, e fitosteroli tra i quali il beta-sitosterolo, lo stigma sterolo e il campesterolo.

mandorle

Il loro strato esterno è ricco di sostanze antiossidanti, ottime per l’intero organismo. Infatti contengono flavonoli, flavononi, glicosidi e polifenoli. Tra le sostanze antiossidanti abbondano sia i flavonoidi come la quercetina, il keampferolo e l’ isoramnetina che le vitamine E, B1 e B2. Perciò può essere abbastanza intuitivo quanto versatile possa risultare l’utilizzo della mandorla e dei suoi derivati a scopo curativo o cosmetico. E’ importante considerare la ricchezza delle ‘molecole amiche‘ del benessere dell’intero organismo presenti in questo prezioso  alimento. E per poterne beneficiare il più possibile, è importante utilizzare  mandorle di elevata qualità.