Riuscire a seguire la dieta: come trovare la motivazione giusta?

Mettere insieme una dieta sana e un corretto programma di esercizio fisico è certamente la soluzione migliore per prendersi cura del proprio corpo. All’inizio di un percorso fatto di corretta alimentazione e allenamenti, è facile sentirsi molto stimolati e propositivi; ben presto, tuttavia, la motivazione va calando, specie se la perdita di peso si rivela più lenta del previsto. In breve, il rischio di abbandonare del tutto il proposito di dimagrire e prendersi cura di sé è alto.

Esiste infatti una gran varietà di fattori che rendono sempre più difficile seguire il proprio obiettivo: il caldo potrebbe impedire di svolgere regolarmente attività fisica, la voglia di togliersi un capriccio potrebbe portare a mangiare i cibi che dovrebbero essere evitati o a fare uno spuntino di troppo fuori orario.

È necessario dunque lavorare per tenere costante e alta la propria motivazione a seguire il progetto di dieta proposto: seguendo alcuni accorgimenti sarà più facile non perdersi lungo la strada verso il proprio benessere.

Mantenere il giusto slancio per dimagrire

Alle volte, prendersi una pausa da una dieta o dal proprio programma di allenamento fisico per pochissimo tempo (si parla di due o tre giorni) potrebbe essere la scelta migliore per riprendere con più slancio in seguito. Superato lo scoglio della prima settimana (a volte facilmente aggirabile grazie allo slancio e alla positività iniziali), si dovrebbe proseguire un poco fino a questo meritato break.

Ciò che più conta è non lasciarsi andare troppo durante questa pausa, così da non perdere del tutto i benefici acquisiti né la voglia di ricominciare, se il periodo di fermo si allunga troppo: è bene in questi casi chiedersi cosa ne potrebbe essere del proprio corpo, della propria salute e della forma fisica in caso di stop prolungato o interruzione completa. Queste domande possono portare alla formulazione di un obiettivo e ad acquisire la giusta motivazione per raggiungerlo.

La scelta del proprio obiettivo è fondamentale: si consiglia di non puntare eccessivamente in alto, perché la frustrazione in caso di insuccesso potrebbe portare ad abbandonare qualsiasi proposito futuro. Si potrebbe cominciare con il decidere di perdere il 10% del proprio peso in sei mesi, per poi mantenere la linea per un altro anno. Non si tratta di restare fedeli a una cifra, ma di modificare il proprio modo di vivere e le proprie abitudini alimentari: cambiati questi elementi, sarà più facile continuare a perdere peso, magari smaltendo anche qualche chilo bonus con degli esercizi fisici di accompagnamento.

Cambiare abitudini alimentari non necessariamente vuol dire apportare una rivoluzione nella propria vita: spesso, quando si intraprende una dieta, non si tratta di rinunciare ai propri cibi preferiti, ma di cambiare approccio, modificando modalità di cottura e riducendo le porzioni; in caso contrario, la voglia di lasciarsi andare sarebbe così incontenibile, che nessun programma alimentare riuscirebbe a tenere.

Seguire una dieta, infatti, non è una questione di numeri sulla bilancia, né di dovere: si tratta di desiderare per sé una condizione di vita e uno stato di salute migliori. Per questo è necessario concentrarsi sulle sensazioni piacevoli sperimentate dal proprio corpo dopo un pasto più sano, sul senso di miglioramento che si prova dopo un po’ di tempo passato a consumare cibi più leggeri: non si guardi solo alla cifra del proprio peso, ma anche a tutti gli elementi accessori, che sono i veri regolatori del benessere.

Si tratta di elementi utili a combattere quel senso di rassegnazione che potrebbe portare ad annullare qualsiasi progetto: concentrarsi su una lista di desideri e realizzarli man mano, vedendoli non come un obbligo cui ribellarsi ma come obiettivi salutari per se stessi (e anche per chi si ha intorno, visto che le proprie condizioni di salute possono influenzare anche le vite degli altri).

Stilare questi obiettivi su un calendario, senza cedere nel caso in cui le cifre non corrispondano (si ricordi sempre che una dieta non è fatta di soli numeri); affidarsi a un diario per appuntare tutte le sensazioni (positive e negative) e notare un progresso nel proprio percorso verso la salute; infine, scegliere di lasciarsi supportare da parenti, amici, coach o altre figure; queste sono tutte scelte ideali per realizzare il proprio obiettivo e perdere peso.